Leggi le recensioni:

A+ A A-

Sguardi - Padre nostro

Fra il '72 e il '73 nasce la prima opera rock italiana: sulla vita di Francesco d'Assisi il Banco scrive un intenso lavoro musicale. Per la regia di Antonio Gamna, il cast dell'opera prevede, oltre ai musicisti del Banco, la partecipazione del percussionista giapponese Stomu Yamashta, del sassofonista degli Osanna Elio D'Anna, del coro polifonico di Assisi e di giovani attori e ballerini della città umbra. Vittorio Nocenzi scrive le musiche e con Francesco di Giacomo i testi. Dopo un lungo periodo di lavorazione, l'opera non verrà mai rappresententata, perchè all'ultimo momento non arrivarono i fondi precedentemente stanziati dalla Regione Umbria. Da allora dell'opera rock ne parlerà solo la stampa specializzata e soprattutto i fans, divenendo una leggenda del prog italiano. Le registrazioni originali sono andate perse. Per la prima volta vengono pubblicati, all'interno del disco “40 anni” (Sony 2012) due dei temi conduttori di “Francesco”, scritti da Vittorio Nocenzi e da lui registrati in occasione di questa pubblicazione speciale per i 40 anni del Banco.

Il brano Padre Nostro nasce apposta per l'opera rock. E Nocenzi lo scrive per uno dei momenti più toccanti, quello del dialogo diretto e profondo fra Francesco e Dio, dettato dalla fragilità del destino umano e dalla speranza in una redenzione di riscatto per i più deboli. L' essenzialità delle cadenze armoniche esprimono, per certi versi, una innocente ingenuità che ben si addice al momento dell'opera per cui è stata scritta. L'orchestrazione minimalista essenzialmente gira intorno alle sospensioni armoniche improvvise e fuori canone del piano e i contrappunti sintetici ma intensi affidati all'Evi di Micheli. Una chicca l'idea di tenere l'estensione delle performance dell'Evi akai sempre contenuta in un range molto ristretto per esplodere una sola volta dalle note acutissime dello strumento fino alle più inattese note basse solo al momento dell'unco ma intenso assolo.

Pianoforte: Vittorio Nocenzi

Akai Evi: Carlo Micheli

In questo spazio è possibile inviare a Vittorio Nocenzi le vostre recensioni, commenti ed impressioni sul brano.

Scrivi la tua recensione

L'esperienza continua qui, grazie ai "controcanti analitici", o se preferite, alle piccole recensioni che vorrete inviarci sugli ultimi lavori di Nocenzi:
Nome:
Cognome:
Email:
Message:

Inviami una copia
 Banco del Mutuo Soccorso website  Darwin l'evoluzione?