A+ A A-

Un'idea che non puoi fermare

Banco del mutuo soccorso              

UN'IDEA CHE NON PUOI FERMARE

 

DOPO SETTE MESI DI SILENZIO

“Quando la musica ha un'anima vera scavalca tempi e momenti” (inviata da un fan il 22 febbraio 2014, h 3.14 all'indomani della scomparsa di Francesco Di Giacomo voce storica della band).

Il Banco torna ad incontrare i media dopo sette mesi di silenzio. Il tempo necessario per uscire dalla dimensione più intima del dolore ed essere pronti a rilasciare le prime dichiarazioni ufficiali attese da migliaia di fans e lo fa in occasione della pubblicazione di un nuovo lavoro, ideato e diretto da Vittorio Nocenzi, in doppio CD e triplo vinile:

 

“UN'IDEA CHE NON PUOI FERMARE”

Più che un disco, questa è un'opera che da una parte vuole essere tributo, dall'altra pietra miliare di un cammino nuovo. “Un'idea che non puoi fermare” dice con forza che il Banco non può non esserci. Anzi, la band romana “rilancia” la propria sfida con 50 minuti di registrazioni inedite, innovative, fuori dagli schemi e 18 brani live tra i più coinvolgenti del suo ricchissimo repertorio. Il brindisi più alto che si poteva dedicare ad un artista come Francesco Di Giacomo: far proseguire a vivere il suo talento, non solo attraverso il canto, ma soprattutto attraverso i suoi versi. Tutto ciò è sintetizzato in queste nuove tracce, i cui protagonisti sono:

-         il nucleo storico del Banco Vittorio Nocenzi, Francesco Di Giacomo, Rodolfo Maltese;

-         i musicisti che ne accompagnano da anni le performance live Tiziano Ricci, Filippo Marcheggiani, Maurizio Masi, Alessandro Papotto, oltre a Nicola Di Già e al primo batterista del Bms, Pierluigi Calderoni;

-         alcuni tra i più importanti attori italiani: Giuseppe Cederna, Giuliana De Sio, Alessandro Haber, Valerio Mastandrea, Moni Ovadia, Rocco Papaleo, Toni Servillo, Franca Valeri.

Il Banco del mutuo soccorso non è mai stato semplicemente una rock band, ma piuttosto un'idea, l'idea di pensare la musica come “arte totale”, quando il suono diventa immagine, le parole si trasformano in note, il gesto diventa scena. E questa idea non si vuole fermare. Non si può fermare. Vittorio Nocenzi ha così concepito un'opera che travalica la raccolta di repertorio e ne fa alchimia di sintesi tra rock, avanguardia, teatro classico, divertissement, recital, canzone, minimalismo, progressive, sceneggiatura cinematografica, improvvisazione, performance live e tanto, tantissimo altro.

Una scatola piena di musica da vedere  e di immagini da ascoltare.

E ce n'è anche per gli audiofili: queste impeccabili registrazioni vanno ascoltate a volume sostenuto per  apprezzarne gli accuratissimi missaggi e il mastering eseguito senza l'utilizzo di compressori e limitatori, lasciando ai suoni dinamiche ampie e frequenze originali.

“Un'idea che non puoi fermare” è prodotto da Giancarlo Amendola per la KONING Tour Edizioni musicali e Produzioni discografiche s.r.l., su licenza SONY Music  Entertainment s.p.a..

 

LA  BANCO  FACTORY

La sintesi del futuro del Banco del mutuo soccorso si chiama Banco Factory,officina creativa di talenti a sostegno di unavisione artistica globale.Da anni impegnato nel coinvolgere i giovani in progetti artistici ad ampio respiro, Vittorio accarezzava l'idea da tempo. Oggi la Banco Factory è realtà: nuovo incubatore di creatività, sbocco diidee che nascono dal pensiero incontaminato e libero. Co-fondata e diretta da Mario Valerio Nocenzi, la Factory ha già iniziato a fornire la sua linfa innovativa a partire dagli spunti di ambientazione per le musiche inedite dei recitati e dall'individuazione dei miglioriinterpretiper dar voce ai testi di Di Giacomo. Inoltre ha attivato la gestione dinamica dei canali web(youtube, la pagina ufficiale di facebook, istagram, twitter)come spazio vitale di confronto e di condivisione della band con il pubblico e ha realizzato nuovi preziosi contributi video che, a partire da oggi, sono disponibili sul canale youtube del Banco. Ed è solo l'inizio.

 

LA NUOVA OPERA INEDITA: “ORLANDO”

9 Gennaio 2014, Genzano di Roma. Michelangelo, il figlio più giovane di Vittorio, invita Francesco per fargli ascoltare sue musiche inedite ispirate all'Orlando furioso. Francesco, dopo aver ascoltato i brani, gli risponde:- Ah pisché, so' pezzi forti... mo' però nun te montà la testa!-. Si gira e dice a Vittorio: - Questo deve essere il prossimo lavoro del Banco. -

La scomparsa di Francesco ha dato alla Factory una determinazione straordinaria a proseguire quel cammino, un'urgenza comunicativa e contagiosa. E nell'”Orlando” essa apporterà tutto il suo contributo creativo. Sotto la direzione artistica di Vittorio, inizierà a breve una intensa selezione delle voci legate a ciascun personaggio dell'opera, indispensabile per raccontare gli amori, gli eroismi, l'ironia del mito ariostesco. Quarant'anni dopo il primo volo dell'Ipprogrifo nel “Salvadanaio” (1972), “Orlando” sarà il nuovo grande lavoro del Banco dove passato e futuro batteranno lo stesso tempo.

 

I  PROSSIMI  CONCERTI

I concerti che il Banco porterà in scena nel 2014 saranno davvero occasioni “speciali”. Sul palco sarà eseguito il repertorio classico del Bms in una formula inusuale ma estremamente coinvolgente laddove, in assenza del canto, energia e poesia, rock e parole si fonderanno in un'unica dimensione. Infatti ai brani strumentali si alternerà la recitazione dei testi di “Un'idea che non puoi fermare”, per dare vita a più di due ore intense di musica e versi. Alla formazione live storica del Banco,si aggiungeranno altri musicisti che amplieranno il già potente organico della band, in un intreccio di chiaroscuri fra brani di dirompente ritmicità e melodie liriche ed evocative.

 

Successivamente, nel 2015, le voci dei personaggi di “Orlando” seguiranno le peregrinazioni live della band romana. E insieme a loro i concerti si arricchiranno di ulteriori sonorità e suggestioni.Un organico variabile intorno alnucleo della band storica. Un palcoscenico dove vocalità e strumenti fonderanno insieme i brani mitici e quelli futuri del Banco del mutuo soccorso. Così ogni tappa live diventerà davvero un evento unico. E c'è da scommettere che, con queste premesse il percorso sarà ancora molto lungo.

 Banco del Mutuo Soccorso website  Darwin l'evoluzione?