A+ A A-

Nudo (live in Tokio)

Album che pubblica le registrazioni live del concerto del Banco del Mutuo Soccorso a Tokyo nel 1997.

Nudo Live in Tokio (ed. giapponese 1997)

  1. Sul palco
  2. La conquista della posizione eretta
    musica: V. Nocenzi
    testo: F. Di Giacomo - V. Nocenzi
  3. Metamorfosi
    musica: V. Nocenzi
    testo: F. Di Giacomo - V. Nocenzi
  4. Guardami le spalle
    musica: V. Nocenzi
    testo: F. Di Giacomo - V. Nocenzi
  5. Roma/Tokyo
    musica: V. Nocenzi
  6. La band
  7. Bisbigli
    musica: V. Nocenzi
  8. Passaggio
    musica: V. Nocenzi
  9. Coi capelli sciolti al vento
    musica: V. Nocenzi
  10. Traccia
    musica: V. Nocenzi
  11. Prologo#2
    musica: Rodolfo Maltese - V. Nocenzi
  12. Non mi rompete
    musica: V. Nocenzi
    testo: F. Di Giacomo - V. Nocenzi

Testi

La conquista della posizione eretta
musica: V. Nocenzi 
testo: F. Di Giacomo - V. Nocenzi

Steli di giunco e rughe d'antica pietra odore di bestia orma di preda
nient'altro vede il mio sguardo prono se curva è la mia schiena
potessi drizzare il collo oltre le fronde e tener ritto il corpo opposto al vento
io provo, cado e provo e ritto sto per un momento l'urlo rintrona per la volta tutta
fino ai vulcani sale e poi resto a guardare
e bevono i miei occhi, i voli, i salti le mie foreste e gli altri.
E dove l'aria in fondo tocca il mare lo sguardo dritto può guardare.


Metamorfosi
musica: V. Nocenzi 
testo: F. Di Giacomo - V. Nocenzi

Lascia lente le briglie del tuo ippogrifo, o Astolfo,
e sfrena il tuo volo dove più ferve l'opera dell'uomo,
però non ingannarmi con false immagini
ma lascia che io veda la verità e possa poi toccare il giusto.
Da qui messere si domina la valle ciò che si vede, è.
Ma se l'imago è scarna al vostro occhio scendiamo a rimirarla da più in basso
e planeremo in un galoppo alato entro il cratere ove gorgoglia il tempo.


Guardami le spalle
musica: V. Nocenzi 
testo: F. Di Giacomo - V. Nocenzi

Guardami le spalle mentre guardo il cielo, che di te io mi fido,
è una notta perfetta così bianca e stretta ci si passa appena.
Prendimi le braccia come fossi un figlio, se lo fai io ci credo,
come fossi tuo figlio a cui vuoi raccontare tutto il bene e il male.
Sarà il tempo che si fermerà all'orizzonte:
è un riflesso di luce perfetta come un diamante.
Guardami le spalle mentre guardo il cielo, se lo fai ci credo,
ogni notte un uomo vola via, ci prova ma col cuore in gola.
Toccami sul petto, toccami la mano io lo voglio davvero,
il pensiero di te, in questa notte che c'è, che non passa.
Guardami le spalle mentre guardo il cielo, se lo fai io ci credo.
Sarà il tempo che si fermerà all'orizzonte,
è un riflesso di luce perfetta come un diamante.
Guardami le spalle mentre guardo il cielo, che di te mi fido,
ogni notte un uomo vola via, ci prova, ma col cuore in gola.


Non mi rompete
musica: V. Nocenzi 
testo: F. Di Giacomo - V. Nocenzi

Non mi svegliate ve ne prego, ma lasciate che io dorma questo sonno,
sia tranquillo da bambino sia che puzzi del russare da ubriaco.
Perchè volete disturbarmi se io forse sto sognando un viaggio alato
sopra un carro senza ruote trascinato dai cavalli del maestrale,
nel maestrale... in volo...
Non mi svegliate ve ne prego ma lasciate che io dorma questo sonno,
c'è ancora tempo per il giorno quando gli occhi si imbevono di pianto,
i miei occhi... di pianto...


 Banco del Mutuo Soccorso website  Darwin l'evoluzione?